Ritirata la mozione di censura contro il sindaco. Ora il bersaglio di Bertini è Teresa Giaccio

Ritirata la mozione di censura contro il sindaco. Ora il bersaglio di Bertini è Teresa Giaccio

Quattordici debiti fuori bilancio, per un ammontare complessivo di circa 150 mila euro, una mozione di indirizzo (adesione gratuita al sito Decoro urbano) sottoscritta dai consiglieri di minoranza Palladino, Coppola e Tagliaferri, e una mozione di indirizzo affinché l’amministrazione comunale revochi la delega al Contenzioso al vicesindaco Teresa Giaccio, a firma dell’ex sindaco Mauro Bertini. Saranno questi i punti all’ordine del giorno del consiglio comunale che si terrà il 27 dicembre.

 

Niente mozione contro il sindaco, arriva quella contro la Giaccio. Non c’è più traccia insomma della mozione di censura annunciata contro il sindaco Liccardo. In extremis, qualche ora fa, il capogruppo de l’Altra Marano ha modificato l’oggetto e il destinatario della mozione contro il primo cittadino, già inserita tra i punti all’ordine del giorno. Un cambiamento in corsa (ora il destinatario della mozione è la Giaccio), una modifica che potrebbe tuttavia non essere accettata dal presidente del Consiglio Angela Di Guida.