Scoperto un giro di patenti false, 1500 euro per il certificato. Coinvolto un giuglianese

Scoperto un giro di patenti false, 1500 euro per il certificato. Coinvolto un giuglianese

Chiuse le indagini su un giro di patenti false, indagini durate 4 anni che hanno portato a scoprire tutti i dettagli di questa vicenda: una patente costava tra i 1300 ed i 1500 euro ma era falsa perché c’era solo un certificato. I protagonisti della vicenda, quelli del Consorzio Autoscuole Nuovo Centro AU, un ente costruito per ottenere dalla Direzione Generale Territoriale il nulla osta per organizzare corsi di formazione utili al rinnovo della carta di Conducente di autisti di autotreni, ma anche di autisti di autolinee private e pubbliche trasportanti persone.

 

15 gli indagati per il quale la Procura si appresta a chiedere il rinvio a giudizio. Le indagini hanno previsto pedinamenti ed intercettazioni che hanno portato a sequestrare oltre 150 patenti in tutta Italia, inoltre sono stati notificati 115 avvisi ai titolari delle scuole guida di Caserta, accusati di associazione a delinquere finalizzata alla truffa e a falso documentale perché in questo gruppo non c’erano solo i finti docenti, ma anche medici legali e tecnici. A far aprire gli occhi agli inquirenti, una segnalazione e soprattutto l’insolito numero di iscritti a queste scuole guida casertane di studenti provenienti da tutta Italia.

 

Tra gli organizzatori dei seminari, anche un giuglianese, Pietro Iacolare, residente però a Caserta, come tutti gli altri indagati.