I rom di Masseria del Pozzo andranno in un ecovillaggio, a novembre lo smantellamento del campo

I rom di Masseria del Pozzo andranno in un ecovillaggio, a novembre lo smantellamento del campo

Andranno in un ecovillaggio i rom di Masseria del Pozzo. Incontro questa mattina in prefettura per discutere dello smantellamento del campo di Giugliano. Tre le soluzioni al vaglio per una nuova sistemazione per gli oltre 500 rom che attualmente sono di fianco la discarica. Al tavolo di questa mattina erano presenti il sindaco Poziello, il prefetto di Napoli e il vice di De Luca Fulvio Bonavitacola.

Il campo sarà smantellato a novembre e l’idea è quella di procedere per step. Nei prossimi due mesi Masseria del Pozzo non dovrà più esistere. La comunità sarà trasferita in un’area che nei prossimi diciotto mesi dovrà divenire un ecovillaggio, un’area attrezzata che dovrebbe garantire condizioni più dignitose. Questo sarebbe un modello sperimentale che prevede un patto sociale tra rom e comune di Giugliano su diritti, doveri e regole che i residenti dovranno impegnarsi a rispettare a partire dalle vicende ambientali sino all’impegno sulla scolarizzazione di bambini e adolescenti.

“Stiamo lavorando per garantire condizioni più umane e dignitose per chi vive in quel campo – ha detto Poziello – Le leggi valgono per tutti, anche per i rom e l’attenzione che arriva dalle forze dell’ordine lo conferma. Ringrazio il Prefetto per l’impegno di coordinamento delle forze dell’ordine e perché garantisce la presenza costante dell’esercito nell’area delle discariche che è stata molti anni epicentro degli incendi. E’ la zona dove stiamo intensificando gli sforzi per togliere rifiuti per evitare che vi possano essere incendi”.