Ieri erano case dei boss, da domani saranno centri per disabili e orti urbani, assegnati a cooperative beni confiscati. Guarda il video

Ieri erano case dei boss, da domani saranno centri per disabili e orti urbani, assegnati a cooperative beni confiscati. Guarda il video

Sino a qualche tempo fa erano case e immobili di proprietà di boss. Da oggi invece saranno centri per disabili, per padri separati e ancora fattorie sociali. Sono stati assegnati a cooperative sociali ben cinque beni confiscati alla camorra, di cui uno a Marano e uno a Villaricca. A vincere il bando anche la storica cooperativa Novella Aurora di Giugliano a cui è stato assegnato un’immobile a Marano per la realizzazione di un centro diurno per disabili. Mentre a Villaricca l’associazione Amnesia realizzerà la Casa Alzheimer.