Il Napoli batte il Chievo e continua la sua corsa a quella “bestemmia”

Il Napoli batte il Chievo e continua la sua corsa a quella “bestemmia”

Il Napoli vola. La squadra di Sarri centra la terza vittoria consecutiva in casa del Chievo che ormai non può più considerarsi bestia nera, grazie ad un gran gol di Gonzalo Higuain che ritrova il gol lontano dal San Paolo che mancava dallo scorso gennaio. Gli azzurri sono secondi in classifica a -2 dalla capolista Roma.

 

La gara è stata a senso unico, il Chievo pensa a difendersi, picchiare  e perdere tempo fin dai primi minuti, ma la supremazia del Napoli non si concretizza in azioni da rete o in veri e propri gol quando l’occasione arriva. Prima del gol sono 2 i pali colpiti, entrambi da Higuain: il primo dopo un suggerimento di Hamsik che vale da solo il prezzo del biglietto, il secondo su azione personale, dopo aver sfruttato un intercetto sbagliato dei clivensi. Poi arriva il gol, sull’asse Hamsik-Ghoulam-Higuain con il tiro dell’argentino che piega le mani del suo connazionale Bizzarri.

 

Dopo il gol gli azzurri si fermano, il Chievo cresce e nel finale sfiora anche la rete su rovesciata di Castro, deviata da Koulibaly. Nel mezzo vari pasticci arbitrali, troppo morbido con i gialloblù che hanno picchiato gli uomini di Sarri per 90′, e manca anche un rigore al Chievo perché Higuain in area su calcio d’angolo ha il braccio completamente staccato dal corpo.

 

Finisce 0-1 però ed il Napoli continua a sognare. Per Sarri “quella parola” resta una bestemmia, ma con questo gioco e questa fame, nulla sembra precludersi.