Accusato di far prostituire la fidanzata, arriva la replica della famiglia: “Lei lo voleva incastrare”

È stata una storia che ha creato parecchio scalpore in città, quella del 23enne di Giugliano arrestato perche costringeva la fidanzata a prostituirsi. Arriva però adesso la replica della famiglia che “scagiona” il ragazzo dalle accuse. Lo zio ha infatti scritto su Facebook questo messaggio: “La verità e che dopo alcuni anni Luca ha deciso di rompere la relazione perché ha aperto gli occhi e ha capito che non era fatta per lei. Lei non è per niente disabile. Sua madre vedendo la situazione economica di Luca sperava in un bel matrimonio essendo loro una famiglia disagiata e piena di problemi non solo economici. Dopo l’ennesima lite verbale perché mio nipote non è violento ha deciso di troncare la relazione scaturendo la reazione della madre”.