Nuovo comandante vigili, dopo il no di Guarino si pensa alla risorsa interna al Comune.

Nuovo comandante vigili, dopo il no di Guarino si pensa alla risorsa interna al Comune.

Nuovo comandante vigili, si opta per la risorsa interna all’Ente. Per i prossimi mesi il comparto, da tempo guidato ad interim dal dirigente dell’area amministrativa Luigi De Biase, sarà affidato a Maria Silvia De Luca o Brigida Costa. La scelta è tra i due dipendenti del settore che detengono il grado (capitano) più elevato. E’ questa l’indicazione emersa nelle ultime ore e confermata dai vertici dell’amministrazione cittadina.

Scelta alla luce del no di Guarino. Sarà un affidamento con un incarico a tempo limitato (cinque o sei mesi), nella more dell’espletamento di un nuovo bando di gara, resosi necessario alla luce della rinuncia di Stefano Guarino, vincitore del vecchio concorso per dirigente dell’area vigilanza nonché comandante in pectore del comando dei vigili urbani. Un gran rifiuto, quello di Guarino, che indurrà l’amministrazione comunale a dare il la a una nuova procedura concorsuale a tempo indeterminato. Fino a qualche giorno fa, tuttavia, il ricorso alla risorsa interna non sembrava nemmeno ipotizzabile; si era parlato infatti di una selezione a tempo determinato per “favorire” l’insediamento di una figura professionale non troppo radicata sul territorio.

I nodi non ancora sciolti. Tutto questo anche alla luce di alcune problematiche: il capitano De Luca, già in passato comandante del comparto, è infatti alle prese con una querelle giudiziaria derivante dal suo precedente impegno professionale al Comune di Arzano; motivi più strettamente personali invece impedirebbero al capitano Costa di assolvere al delicato compito.