Polizia sventa sequestro di persona tra Giugliano e Villa Literno. Recuperati anche 2milioni di euro

Polizia sventa sequestro di persona tra Giugliano e Villa Literno. Recuperati anche 2milioni di euro

Nella giornata di ieri 20 ottobre 2015 gli uomini della squadra di polizia giudiziaria presso il compartimento Polizia Stradale per la Campania ed il Molise di Napoli diretti dal dirigente dott. Giuseppe Salomone e coordinati dal sostituto commissario Roberto Pes, nell’ambito di un servizio finalizzato alla repressione dei reati inerenti le rapine ai veicoli commerciali, a seguito  di un’operazione di polizia giudiziaria hanno proceduto al recupero di un autoarticolato estero (nazionalità rumena) e dell’intero carico di tabacchi lavorati esteri nonché al rinvenimento dell’autista straniero oggetto di sequestro di persona da parte dei malviventi ed al deferimento di due soggetti coinvolti a vario titolo nel reato suddetto.

 

Nello specifico la sala operativa della Logesta comunicava, che in prossimità del raccordo autostradale sito nei pressi del centro commerciale Campania di Marcianise, la scomparsa del segnale gps antirapina da un suo autoarticolato carico di sigarette. Temendo che fosse stato vittima di rapina, personale di questa squadra si portava sul posto riuscendo a seguito di una proficua attività investigativa, a rintracciare  il  mezzo commerciale rapinato con all’interno ancora la vittima sequestrata all’interno di un deposito di mezzi commerciali sito in Villa Literno (CE).

 

A seguito dell’irruzione il personale dopo avere liberato la vittima ancora legata ed imbavagliata recuperava l’intero carico, del valore di due milioni di euro, che veniva affidato al legittimo proprietario dopo che lo stesso veniva soccorso. All’interno dello stesso deposito venivano rinvenute tre valigie, di cui due di grosse dimensioni, contenenti tutte apparecchiature jammer di varie dimensioni utilizzate per neutralizzare i potenti sistemi di sicurezza istallati sul mezzo rapinato. La successiva attività di indagine permetteva di deferire in stato di libertà il gestore del capannone industriale sito nel comune  di Villa Literno.

 

Successivamente veniva altresì deferita una ulteriore persona ritenuta coinvolta nell’evento e sorpresa nella citta di napoli. L’intera attività di indagine è stata svolta in  assoluta sicurezza  per l’incolumità dell’autista sequestrato ed ha permesso il recupero dell’intero carico restituito al legittimo proprietario. Ulteriori indagini sono ancora in corso per l’identificazione degli altri componenti della banda che  hanno portato a compimento l’evento delittuoso.