Lotta alla criminalità. Arrestato presunto affiliato al clan “mazzarella” sorpreso armato

Lotta alla criminalità. Arrestato presunto affiliato al clan “mazzarella” sorpreso armato

Offensiva dei carabinieri alla criminalità. in manette presunto affiliato al clan “mazzarella” sorpreso armato. rinvenuta anche una mitraglietta in zona pallonetto a Santa Lucia.
Ieri, a napoli, nei quartieri a sud e in centro, i carabinieri hanno svolto dei servizi straordinari di controllo del territorio con posti di controllo, ispezioni di immobili e aree condominiali nonche’ perquisizioni nelle abitazioni di soggetti gia’ noti, effettuate prevalentemente per la ricerca di armi e stupefacenti.
A San Giovanni a Teduccio i militari della compagnia di Poggioreale hanno arrestato in flagranza di reato vincenzo cozzolino, 33enne, residente in via molino del salice, gia’ noto e ritenuto affiliato al clan camorristico dei “mazzarella” attivo in provincia e in citta’, resosi responsabile di detenzione illegale di arma da sparo clandestina.
Appena i militari hanno bussato alla porta di cozzolino lui si e’ sporto dalla finestra sul retro e ha lanciato fuori una pistola e un caricatore. gli operanti avevano comunque preventivamente cinturato la palazzina per cui lo hanno visto e hanno recuperato l’arma e le munizioni: una potente pistola semiautomatica beretta 92fs calibro 9×21 e il relativo caricatore con 15 colpi.
in via pallonetto a santa lucia, invece, gli uomini del nucleo operativo della compagnia centro ispezionando alcuni giardini condominiali hanno trovato nella intercapedine di un muro una mitraglietta calibro 9×21 con 10 colpi nel caricatore, trovato inserito.
entrambe le armi, pronte all’uso e sottratte ai soldati dei clan, sono state sequestrate e inviate al raggruppamento carabinieri investigazioni scientifiche per le necessarie perizie balistiche utili a riscontrare l’eventuale utilizzo in recenti raid di camorra.
nel contesto operativo i carabinieri della compagnia poggioreale hanno denunciato:
per gestione di rifiuti non autorizzata, un 29enne e un 39enne napoletani sorpresi -in distinte circostanze- a trasportare con autocarri circa mezza tonnellata di rifiuti speciali;
per possesso ingiustificato di arnesi atti allo scasso e grimaldelli, un 20enne romeno;
per guida senza patente, 6 soggetti sorpresi alla guida senza aver consguito il titolo abilitativo.
dopo le formalita’ di rito cozzolino e’ stato tradotto nel carcere di poggioreale.