Multe ai tavolini di Piazza Matteotti, insorgono i commercianti: “sbagliati tempi e modi” 

Dopo le multe elevate ieri ai commercianti di Piazza Matteotti insorgono le associazioni dei commercianti. La Coigiass che aveva protocollato una richiesta di esenzione dalla tassa per l’uso del suolo pubblico chiede al Sindaco di impegnarsi per far rispettare le regole ma allo stesso tempo di dare ossigeno al commercio: “La nostra associazione è da sempre per il rispetto delle regole ma ci sembra anomalo che in un paese dove l’occupazione di suolo pubblico non è né regolamentate né controllata in maniera adeguata si colpiscano duramente delle attività commerciali già penalizzate per mesi da lavori gestiti male” ci ha spiegato Rosario Porcaro. 
Dello stesso avviso anche Tecla Magliacano di Impresiamo: “l’aggregazione giovanile è fondamentale per far rinascere la nostra città si devono trovare i tempi e i modi per agevolare chi crea qualcosa nella nostra città”. Molto più duro il commento di Andrea Pianese dell’Ascom: “È assurdo prendersela con i commercianti già vessati dai lavori PIÙ Europa, le regole sono regole e non possono essere applicate un giorno sì e l’altro no. Abbiamo chiesto al Sindaco l’abolizione della tassa sull’occupazione del suolo pubblico e di organizzare un incontro con le forze dell’ordine e non abbiamo avuto risposte in merito. Mi sembra che si continui a fare di Giugliano un paese dormitorio”.