Ecco le dichiarazioni del candidato alla Casa Bianca su Pompei che stanno facendo discutere tutto il mondo

Ecco le dichiarazioni del candidato alla Casa Bianca su Pompei che stanno facendo discutere tutto il mondo

Lui è Ben Carson, uno dei favoriti per essere il rappresentante del Partito Repubblicano alle prossime Elezioni degli Stati Uniti d’America. Luminare della medicina, tra i più importanti del mondo, è stato il primo medico della storia ad effettuare un’operazione su due gemelli siamesi con successo, ma a Fox News ha parlato di Pompei e dell’eruzione del 79 d.C. in maniera piuttosto paradossale: “La maggior parte dei gessi che abbiamo visto delle vittime di Pompei sono sdraiati, se fossi stato a Pompei e avessi sentito il Monte Vesuvio che eruttava, scommetteteci che avrei fatto una corsa per scappare”. 

Ovviamente Carson ignora che l’eruzione non ha ucciso con la lava, ma con i detriti e i gas fuoriusciti dalle viscere della Terra e nelle 25 ore di eruzione aveva espulso un miliardo di metri cubi di materiale.

Non contento, il dottore rincara la dose: “A Pompei c’erano 11mila abitanti, se 11mila persone mettessero insieme i loro cervelli, state pur certi che sarebbero riusciti a combattere un vulcano”