Droga e prostituzione, in manette tre poliziotti. Uno usò l’auto di servizio per accompagnare Gigi D’Alessio

Droga e prostituzione, in manette tre poliziotti. Uno usò l’auto di servizio per accompagnare Gigi D’Alessio

Sedici ordinanze di custodia cautelare in carcere nei confronti di presunti affiliati al Clan Belfronte e tre poliziotti in servizio a Marcianise.

Gli agenti, Camarca Nunziante, Albano Alessandro e Petrillo Domenico sono finiti in manette e  accusati di reati gravi come corruzione, peculato e droga e tra gli episodi ce n’è uno che riguarda Gigi D’Alessio. Uno degli agenti, infatti,  pare conoscerlo ed essere uno degli uomini del suo staff al punto da utilizzare l’auto di servizio per far fare da “scorta” all’auto  del cantante a Napoli in occasione della presentazione di un cd. Lo stesso agente lo seguì poi negli Stati Uniti per un concerto che D’Alessio tenne a New York assentandosi dal posto di lavoro e presentando una falsa certificazione sanitaria.

Gli agenti avrebbero anche fatto sesso con due ragazze, nelle pattuglie e nel commissariato, dopo i servizi di antiprostituzione.