Rapina finita nel sangue: indagato il commerciante che ha sparato. I malviventi avevano pistola giocattolo

Rapina finita nel sangue: indagato il commerciante che ha sparato. I malviventi avevano pistola giocattolo

Indagato per eccesso colposo di legittima difesa il commerciante che questa mattina, a seguito del tentativo di rapina, ha sparato e ucciso due malviventi a Ercolano. L’interrogatorio dell’uomo, svoltosi nella tenenza dei carabinieri di Ercolano (Napoli), e’ da poco terminato. L’uomo ha sostenuto di aver sparato per difesa, sentendo che la sua vita era in pericolo. Sull’episodio indaga la procura di Napoli con il sostituto procuratore Pierpaolo Filippelli.

I due rapinatori uccisi dal commerciante di preziosi rapinato poco prima avevano utilizzato una pistola-giocattolo. L’arma era priva del tappo rosso. Addosso ad uno dei due sono stati trovati 5 mila euro, il denaro sottratto al commerciante di preziosi, che lo aveva prelevato poco prima nell’ agenzia del Banco di Napoli di via IV Novembre.