Polemica per la partecipazione della figlia del boss al concerto di D’Alessio, ma la ragazza si difende: “Perché non posso cantare per la legalità?”

Polemica per la partecipazione della figlia del boss al concerto di D’Alessio, ma la ragazza si difende: “Perché non posso cantare per la legalità?”

Ancora scontro tra i media e Gigi D’Alessio. A far da inquisitore è dagospia, noto sito di inchieste, che chiede delucidazioni sulla presenza di Vania Ferrara al concerto del 6 settembre alla Reggia di Caserta contro la Terra dei Fuochi.

La ragazza, appena 14enne, è balzata agli onori della cronaca per aver sfiorato la vittoria di Ti lascio una canzone, talent di Rai 1 condotto da Antonella Clerici in cui baby cantanti mostrano tutto il loro talento, e per essere la figlia di Domenico Ferrara, colui che con Luigi Cacciapuoti pare essere il reggente del clan che porta i loro cognomi.

 

Gigi D’Alessio e Vania però non ci stanno a queste accuse, il noto cantante partenopeo dice di non poter chiedere certificati antimafia alle ragazzine e la Ferrara chiede per quale motivo lei non potrebbe cantare a favore di un mondo in cui regni la legalità perché secondo il suo agente il desiderio della ragazza era proprio di partecipare ad una manifestazione per la legalità e contro la camorra”.