Scarichi fognari, le acque reflue giuglianesi saranno convogliate a Lusciano

Scarichi fognari, le acque reflue giuglianesi saranno convogliate a Lusciano

Una parte delle acque reflue del comune di Giugliano saranno, con tutta probabilità, convogliate nel sistema fognario di Lusciano.

La città casertana, amministrata dal sindaco Nicola Esposito, ha ottenuto un maxi finanziamento per la riqualificazione della rete fognaria comunale, di cui potrebbe avvantaggiarsi anche l’amministrazione comunale giuglianese.

Nei giorni scorsi, sono state organizzate diverse conferenze di servizi, sulla scorta di un progetto preliminare redatto dal comune di Giugliano, che prevedeva un’immissione sull’impianto fognario di progetto del comune casertano, pari a cinque metri cubi al secondo. L’amministrazione di Lusciano, però, con una relazione dell’ufficio tecnico, ha valutato che la portata massima sostenibile della rete fognaria locale non dovrebbe superare i due metri cubi al secondo. Pertanto ha richiesto una riduzione della portata in entrata a 1,9 metri cubi, ipotesi al vaglio dei tecnici del comune di Giugliano.

L’opportunità nasce dal fatto che la rete fognaria interna del comune di Parete, tra Giugliano e Lusciano, non è dimensionata per accogliere gli scarichi che il sistema d’acque reflue giuglianesi ha bisogno di convogliare altrove. L’impianto fognario giuglianese, infatti, nella zona del cimitero va sistematicamente in crisi in occasione di piogge abbondanti. A questo punto, il tracciato della rete fognaria già realizzata dal comune di Giugliano percorrerà il letto dell’alveo Spierto, raggiungendo il territorio del comune di Lusciano dove è già realizzata una fognatura ovoidale appositamente predisposta per ricevere le acque di monte. In questo modo le portate provenienti dal comune di Giugliano scaricheranno direttamente a Lusciano, senza attraversare l’abitato del comune di Parete.

Di tutta la questione se n’è occupato il vicesindaco di Giugliano Domenico Pianese, esperto nel settore delle infrastrutture, il quale ha asserito che “è necessario che le fognature giuglianesi trovino recapito in altri sistemi fognari. Tale questione è di primaria importanza”, e pare che il comune di Giugliano la stia affrontando con oculatezza.