Poziello risponde alle minacce: “A questi deficienti serve una buona dose di calci nel sedere” Guarda il video

Poziello risponde alle minacce: “A questi deficienti serve una buona dose di calci nel sedere” Guarda il video

“Sindaco impara che la P.38 spara”. Si è svegliata così, questa mattina, la città di Giugliano. Arrivano anche nella terza città della Campania le minacce del gruppo “NFO”. Stamattina, sui muri di piazza Municipio, è apparsa la scritta: “Sindaco impara che la P.38 spara”. Una minaccia vera e propria nei confronti del primo cittadino di Giugliano Antonio Poziello.

La prima scritta rivendicata dal gruppo NFO è apparsa a Mugnano, poi altra a Qualiano e Villaricca, ma non è ancora chiaro chi sia l’autore del gesto. Le forze dell’ordine indagano sul caso.

Il sindaco di Giugliano, Antonio Poziello, risponde con un messaggio su Facebook alle minacce ricevute tramite una scritta sul muro di fronte al comune.

“Stamattina su una parete di piazza Municipio abbiamo potuto leggere una scritta delirante firmata NFO, che segue di poco una lettera anonima giunta ai miei uffici con la quale si minacciavano danneggiamenti alla città ed altro, con allegata richiesta di “riscatto”.
Ebbene, più che la minaccia, evidentemente indirizzata a me, ed il riferimento alla P38, retaggio di altri tempi, quello che mi preoccupa è questa allergia per ciò che è bello ed ordinato.
Più che meritare un’indagine delle forze dell’ordine, questi deficienti che se ne vanno in giro ad imbrattare pareti sentendosi rivoluzionari, meriterebbero una buona dose di calci nel sedere.
Vorrei spiegare a queste cretini che per ritinteggiare le pareti
della città si spendono soldi, tempo e risorse. E qui scarseggiano tutt’e tre.
Suggerirei giochi meno dannosi per tutti, uno per tutti il classico guardie e ladri. E magari di avere un po’ di rispetto in più per ciò che è pubblico, ovverosia di tutti. Inventando altri sistemi per far capire che tra tanti cretini, in giro ce ne sono anche alcuni che si fanno chiamare NFO: Nuovi Fessi Organizzati”.