Scomparso anche il figlio di Paparella

Non si hanno ancora notizie di “Paparella”, uomo del clan Mallardo a cui è stato teso un agguato lo scorso venerdì a Napoli, nel Vasto, fortino dei Contini. Il giallo della sua scomparsa s’infittisce. E s’infittisce ancora di più perché a far perdere le tracce di sé è anche il figlio di Michele Di Biase.

La moglie e la figlia sono state invece interrogate dalle forze dell’ordine dopo che per ore non si trovavano. Ma sul caso ci sono ancora molti punti oscuri. In primis Paparella è vivo o morto? Nella Fiat Panda dove il 58enne si trovava il giorno del suo compleanno sono state ritrovate tracce di sangue e materia cerebrale. Secondo una prima ricostruzione l’uomo si sarebbe accasciato sul lato passeggero dopo essere stato colpito alla testa. Qualcuno poi lo avrebbe caricato su un’altra autovettura portandolo via. L’altro enigma su cui sono a lavoro gli uomini della squadra mobile e del commissariato di polizia di Giugliano è Di Biase era solo o in compagnia di qualcuno al momento del raid?

Appare però certo che uno dei tre colpi sparati abbia colpito la testa della vittima visto che in auto è stato ritrovato un cappello bucato oltre che un paio di occhiali sporchi di sangue. Dunque adesso c’è innanzitutto da capire Paparella dove sia: è stato ucciso e ne è stato occultato il cadavere o si sta nascondendo e dunque qualcuno lo sta curando? Domande per adesso senza risposta.

Gli investigatori intanto hanno visionato le immagini del sistema di videosorveglianza presente nella zona di piazza Nazionale.