Roghi tossici, rom e migranti: il Governatore De Luca torna a parlare di Giugliano

Roghi tossici, rom e migranti: il Governatore De Luca torna a parlare di Giugliano

Ha parlato nuovamente di Giugliano il Presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca, giunto questa mattina ad Ischia per la festa regionale dell’UDC.

Oltre a spiegare le motivazione del “patto di Marano” siglato con il leader dell’UDC Ciriaco De Mita, che ha consentito a De Luca di sconfiggere l’ex governatore uscente Stefano Caldoro, l’attuale Presidente della Regione ha risposto ad alcune domande sui problemi di strettissima attualità, su tutti: rom e migranti.

“Pugno di ferro contro gli immigrati che delinquono” – ha detto il Presidente della Regione. “Se trovo gente che organizza spaccio di droga e prostituzione, allora dico che se ne devono andare via dalla Campania”.

Lo sceriffo di Salerno non le ha mandate a dire neanche sulla questione roghi tossici e rom. “Abbiamo una decina di campi Rom nel nostro territorio, a cominciare da Giugliano, e ancora Casoria, Scampia. Chi si vuole integrare deve trovare braccia aperte. Ma chi vuole vivere nei nostri territori per accendere i roghi tossici deve essere buttato fuori”.