Malati oncologici: sbloccati i fondi per le visite radioterapiche ma non per quelle di ultima generazione

Malati oncologici: sbloccati i fondi per le visite radioterapiche ma non per quelle di ultima generazione

“A seguito di un’approfondita ricognizione con le strutture pubbliche e con il privato accreditato, si rassicura che le prestazioni radioterapiche saranno regolarmente garantite in tutta la regione dai centri accreditati per i prossimi due mesi, nel frattempo si sta procedendo ad un potenziamento dell’offerta pubblica in modo da coprire il fabbisogno radioterapico per la restante parte del 2015.” Così il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca.

 

“La regione è già da subito impegnata ad una profonda riorganizzazione dell’intero sistema assistenziale per far sì che questo sia l’ultimo anno che i cittadini campani debbano preoccuparsi di avere le cure a cui hanno diritto”, conclude il presidente.

 

Il problema era sorto qualche settimana fa a causa della mancanza di fondi. Dai centri radioterapia però fanno sapere che le prestazioni non sono quelle di ultima generazione ma quelle secondo la nomenclatura del 1996, ovvero praticate con vecchi apparecchi che oramai sono obsoleti. Resta quindi il problema di fondo e la beffa per i malati di tumore che sono costretti a pagare di tasca propria terapie costosissime che in altre Regioni di Italia  vengono rimborsate dal sistema sanitario.