Sparatoria a Villaricca, la lite nata tra due commercianti per l’affitto di un locale

Sparatoria a Villaricca, la lite nata tra due commercianti per l’affitto di un locale

Sarebbe stato il prezzo per l’affitto di un immobile il motivo della sparatoria avvenuta ieri sulla circumvallazione esterna nei pressi del cimitero di Villaricca. Il diverbio, poi trasformatosi in violenta lite, sarebbe nato tra Enrico Ursini, 30enne gestore di una pescheria poco distante dal luogo della sparatoria e Claudio Di Rosa gestore del ristorante “Lo spuntino”. Quest’ultimo, che sarebbe il proprietario dell’immobile in questione, adiacente all’attività del pescivendolo, avrebbe chiesto una cifra che a Ursini non sarebbe andata giù. Da lì la lite. Sul posto nel frattempo sarebbero arrivati familiari dei due e sarebbe così scoppiato il putiferio.

Vengono esplosi due colpi di pistola, restano ferite due persone che sono poi trasportate al San Giuliano. Uno di loro è ancora ricoverato ed è in osservazione. Sulla circumvallazione scoppia il caos. Gente che scappa impaurita, le urla, gli spari: il far west in pieno giorno. I carabinieri sono poi riusciti a identificare diversi soggetti che hanno preso parte al fatto. Ma sulla dinamica sono ancora in corso accertamenti da parte degli uomini dell’arma. Sono infatti stati ascoltati e deferiti all’autorità giudiziaria. Insomma un venerdì di paura per chi come sempre percorre l’asse viario in un orario di punta come quello di ieri dove improvvisamente hanno impugnato le pistole e sparato tra la folla.