Gomorra, l’affondo di Peppe Russo a Poziello: “Anche fare il sindaco con un rinvio a giudizio è diseducativo”

Gomorra, l’affondo di Peppe Russo a Poziello: “Anche fare il sindaco con un rinvio a giudizio è diseducativo”

Il no alle riprese di Gomorra a Giugliano fa ancora discutere. La decisione del primo cittadino Antonio Poziello di negare alcune riprese in città per la seconda serie ha suscitato un vespaio di polemiche, tra chi ha apprezzato la scelta e chi invece l’ha aspramente criticata. Tra questi il commissario del Pd cittadino Peppe Russo secondo cui è un errore pensare che la camorra scompare se non si fanno le rappresentazioni. “L’atteggiamento di Poziello mi pare da un lato ingenuo ma dall’altro furbo – ha spiegato – Come se volesse spostare l’attenzione altrove. A Giugliano la camorra non è che non ha il suo spazio”. Ma il commissario democratico lancia poi una stoccata riprendendo le parole del sindaco. “Che significa che Gomorra è diseducativo? Anche essere sottoposto a vicende giudiziarie e candidarsi a sindaco è diseducativo. E lo è anche certificare le liste a Pozzuoli” ha dichiarato Russo riferendosi alla vicenda giudiziaria che ha colpito il sindaco nel corso delle elezioni e al ricorso del Movimento 5 stelle. Poi continua dicendo “Diseducativi sono i servizi che non funzionano o i vigili che non fanno il loro lavoro. Una questione come la camorra a Giugliano non va affrontata da aggregazioni miste”. Più volte Russo in campagna elettorale ha definito la coalizione di Poziello un’accozzaglia di liste civiche.

Sul caso Gomorra si è espresso poi anche il giornalista Sandro Ruotolo sulle pagine del Corriere del Mezzogiorno dove ha dichiarato: “Vedo che il sindaco di Giugliano nega la riprese di Gomorra. Ma mi faccia il piacere. Si accusa la tv di essere cattiva maestra. Ma davvero lo credete?”. Dal sindaco però non arrivano repliche. “Preferisco non commentare. Quello che penso l’ho già detto in quel post”.

Intanto la produzione della serie televisiva è adesso a Portici dove proprio in questi giorni stanno girando alcune scene nel cimitero. E qui, oltre la folla di curiosi, non sono mancate le proteste. Un sit in di cittadini e politici di opposizione hanno manifestato gridando “Via Gomorra da Portici”.