Caserma dei Carabinieri a Lago Patria: trovata la soluzione

Caserma dei Carabinieri a Lago Patria: trovata la soluzione

“I Carabinieri non lasceranno Lago Patria ed una soluzione sarà trovata in tempi celeri”. Lo aveva detto il sindaco di Giugliano Antonio Poziello a margine del secondo consiglio comunale svoltosi il 27 agosto. Molto probabilmente, saranno i locali che attualmente ospitano l’ufficio anagrafe ad essere temporaneamente occupati dai militari dell’arma, mentre l’ufficio anagrafe si dovrebbe spostare in via Staffetta. I militari abbandoneranno definitivamente il plesso Castello (nella foto), struttura con un’agibilità a tempo determinato che stava per scadere.

Ieri mattina, il vice comandante della Legione Carabinieri Campania insieme ad altri esponenti delle alte sfere dei Carabinieri avrebbe effettuato un sopralluogo nei locali che per i prossimi mesi, almeno fino ad aprile 2016, ospiteranno i militari stanziati a Lago Patria. I locali dell’ufficio anagrafe rappresentavano una delle tre soluzioni-ponte, così come le denominò il sindaco, poste al vaglio dell’arma dei Carabinieri ed è stata probabilmente considerata dai militari la più consona e funzionale.

I Carabinieri di Lago Patria, quindi, si trasferiranno a pochi metri dalla vecchia sede in attesa che siano avviati e portati a termine i lavori al Centro Remiero. Tra pochi giorni, il 15 settembre, l’amministrazione comunale dovrebbe ricevere dal tecnico incaricato la consegna del progetto esecutivo. “Mi aspetto che il dirigente D’Alterio entro il 16, il 17 mattina alle otto meno un quarto massimo, abbia approvato la determina con il progetto esecutivo della caserma dei Carabinieri – sostenne il primo cittadino -. Mi aspetto che entro il 15 novembre il cantiere sia aperto. Perché altrimenti noi questo cantiere lo rimandiamo troppo avanti”.