Napoli, gli spacciatori si inventano la “Lattina della Coca”

Napoli, gli spacciatori si inventano la “Lattina della Coca”

Sembrava una innocua lattina di bibita gassata riposta insieme a bevande e alimenti in un mobile della cucina, ma in realtà al suo interno c’erano dosi di cocaina.
L’inconsueto stratagemma per nascondere la droga con il quale un 25enne pensava di sfuggire ai rigori della Legge è stato scoperto dai Carabinieri della Compagnia Napoli Centro durante servizi antidroga nel centro di Napoli.
I militari dell’Arma hanno effettuato perquisizione nella casa di Renato Ragone, residente nella zona del Pallonetto a Santa Lucia; nel corso dell’atto di indagine hanno rinvenuto e sequestrato in un mobile della cucina la lattina di bevanda, modificata in modo da realizzare un nascondiglio apribile svitando la parte superiore, quella dove c’è la linguetta a strappo.
Nel posto riservato alla bibita gassata c’erano svariati involucri di nylon contenenti dosi di cocaina pronte per lo spaccio al dettaglio. Nel resto della casa, invece, sono stati rinvenuti e sequestrati in vari nascondigli 4 involucri di cellophane contenenti in totale 305 grammi di cocaina.
Nella cassetta postale dell’uomo, infine, è stata rinvenuta e sequestrata una pistola semiautomatica calibro 7,65 con 7 cartucce nel caricatore

 

lattina drogadroga napoli lattina