Sono incinta e ti sto cercando, su Youtube per rintracciare l’avventura di una notte. Ma è una bufala

Sono incinta e ti sto cercando, su Youtube per rintracciare l’avventura di una notte. Ma è una bufala

Ieri le maggiori testate nazionali sono state invase da una marea di click provenienti da un articolo molto semplice e curioso:  “Sono incinta e ti sto cercando’, su Youtube per rintracciare l’avventura di una notte”.

Giornali e siti prestigiosi sono caduti in questa trappola: Il Fatto Quotidiano TV, TGCom, Today, Corriere (che si è corretto), Repubblica e tanti altri, e se siete ansiosi di vedere il video, eccolo qui col suo quasi milione e mezzo di visualizzazioni

 

 

In realtà altro non era che un video virale (geniale) realizzato per pubblicizzare Holidaymooloolaba.com.au, tant’è vero che sullo stesso canale c’è un secondo video con le spiegazioni della burla attuata da Alizee Michel, la bella studentessa universitaria “incinta”.