Giugliano, incendio al deposito d’auto- Il coraggioso pompiere rimasto solo

Questa è la voce di uno dei pompieri che ha spento il maxi rogo di Casacelle al deposito di auto. Nell’audio diffuso dal sito larampadinapoli si sentono le parole di un vigile del fuoco della squadra 15B, quella colpita dall’esplosione. Comunicando con la sala operativa dice di essere rimasto solo, di non vedere più il collega e che le fiamme gli stavano arrivando addosso. Con la voce rotta dalla paura chiede aiuto e immediati rinforzi. Attimi concitati, attimi di paura visto che il rogo andava via via aumentando e le fiamme estendendosi.

Ma l’addetto alla sala operativa prontamente lo rassicura e chiede come stanno gli altri vigili del fuoco di un’altra delle squadre che è dovuta intervenire per domare quelle fiamme alte metri e metri.

Un incendio di proporzioni bibliche, una nube nera che per un’intera giornata ha avvelenato Giugliano e i paesi limitrofi. Un rogo che ha tenuto sotto scacco le forze dell’ordine, ma che è stato sconfitto grazie alla bravura e al coraggio dei vigili del fuoco che con enormi difficoltà e senza neppure l’aiuto di elicotteri sono riusciti a spegnere uno dei roghi peggiori che la città di Giugliano scrive nella sua storia.

Il Sindaco di Giugliano, Antonio Poziello, ha poi aggiunto un dettaglio importante: “Quel vigile si chiama Massimiliano del Giudice ed è un nostro concittadino. Malgrado si fosse ferito anche lui è rimasto lì fino alla fine”.

Clicca qui per sentire l’audio