Scoperti con soldi falsi alla stazione, in tre finiscono in manette: scoperta anche la stamperia fuorilegge

Scoperti con soldi falsi alla stazione, in tre finiscono in manette: scoperta anche la stamperia fuorilegge

Scoperti con soldi falsi, in tre finiscono in manette. Sono stati i carabinieri della sezione radiomobile del Reparto Territoriale di Aversa, unitamente ai militari del Comando Stazione di Cesa, durante un controllo eseguito in Piazza Mazzini, nei pressi della stazione ferroviaria della città normanna, hanno tratto in arresto per falsificazione di monete, spendita e introduzione nello stato di monete falsificate, tre cittadini italiani, due dei quali residenti a Cesa ed uno a Napoli.

Si tratta di Mauro e Angelo Ramaglia di 51 e trent’anni, rispettivamente padre e figlio, e di Vincenzo Miranda di 63 anni.

I tre, fermati per controlli di routine, sono stati trovati in possesso di un pacco contenente l’importo di centomila dinari, valuta corrente algerina, in banconote da 100 dinari contraffatte, per un controvalore di complessivi 856 euro.

I militari hanno scoperto e sequestrato, sempre a Cesa, anche la stamperia utilizzata per stampa le banconote false, all’interno della quale sono stati rinvenuti 19 fogli carta filigranata, anch’essi sottoposti a sequestro. Gli arrestati sono stati posti agli arresti domiciliari.