Napoli, solo 4mila abbonamenti venduti. Solo il Carpi dietro gli azzurri ma con una differenza minima

Napoli, solo 4mila abbonamenti venduti. Solo il Carpi dietro gli azzurri ma con una differenza minima

C’è un problema serio in cas Napoli perché la società di Aurelio De Laurentiis ha perso ogni tipo di appeal verso i tifosi. La situazione degli abbonati è qualcosa che deve far riflettere sia il club partenopeo che i tifosi tutti, per interrogarsi sui perché di un crollo verticale nella vendita degli abbonamenti allo Stadio San Paolo.

Per il club è dovuto alla potenza delle pay tv, per i tifosi è dovuto alle fatiscenze dell’impianto di Fuorigrotta, ai rapporti che la società ha con la piazza e allo scarso appeal che anno dopo anno gli azzurri hanno in sede di mercato, con trattative infinite e progetti cervellotici. La verita, forse, come spesso accade, è nel mezzo.

Il dato però è incontrovertibile: solo 4000 le tessere vendute dal Calcio Napoli e penultimo posto in Serie A nella classifica degli abbonamenti più venduti. Solo il Carpi dietro gli azzurri, con 3400 abbonamenti venduti ma un bacino di utenza 10, forse 20 volte inferiore a quello del capoluogo campano che conta 6 milioni di tifosi in tutto il mondo. Pensate che Carpi ha solo 70mila abitanti, meno di Casoria, quasi la metà di Giugliano.

In vetta alla classifica c’è la Juve a quota 28000, poi Milan ed Inter, con 25000, la Roma con 23000 e la Fiorentina, ferma a quota 17000.