Mercato ortofrutticolo, Palma: “Poziello non faccia solo chiacchiere contro la camorra”

Mercato ortofrutticolo, Palma: “Poziello non faccia solo chiacchiere contro la camorra”

“Il mercato ortofrutticolo di Giugliano attraversa una profonda crisi, non soltanto di legalita’ come e’ emerso dalle ultime inchieste, ed il fatto che il sindaco Poziello si limiti banalmente a sostenere che la criminalita’ e’ fortemente infiltrata nel mondo agricolo purtroppo mostra una superficialita’ nell’affrontare l’argomento che non puo’ portare a nessuna soluzione concreta. Si tratta di banale propaganda”. Lo ha detto l’on. Giovanna Palma (Pd), della Commissione Agricoltura della Camera.

 

“Quanto avviene a Giugliano avviene anche in altre aree italiane, non soltanto meridionali – aggiunge Palma – Del resto gia’ 40 anni fa le produzioni agricole erano sotto la verga dei boss. Chi possiede buona memoria ricordera’ certo che il boss Pascalone ‘e Nola aveva il controllo del commercio di tutte le produzioni agricole napoletane. Sulla criminalita’ in agricoltura sto studiando una risoluzione in Commissione. A Giugliano non esiste neanche una Op (Organizzazione di produttori agricoli).
Questa lacuna, che impedisce l’aggregazione su numeri rilevanti, esporra’ sempre di piu’ i piccoli produttori alla scure della criminalita’ organizzata”, aggiunge la parlamentare del Pd.
“Il sindaco fa propaganda e sogna quando parla di coinvolgimento organico della grande distribuzione organizzata (che ormai non dialoga neanche con le Op ma con le Aop) nelle attivita’ del mercato ortofrutticolo di Giugliano; egli mostra cosi’ di non conoscere il sistema del mercato italiano ed internazionale dei prodotti agricoli. Per operare con la Gdo servono grandi numeri aggregati, oggi inesistenti a Giugliano nonostante i numeri assoluti siano notevoli, e ingenti investimenti di marketing soprattutto per potenziare le notorieta’ dei brand”.
Prosegue poi Palma: ”Ma quali sarebbero i brand da potenziare se oltre alla mela annurca non esiste alcun prodotto di qualita’ certificato con una denominazione di origine europea?
Il Comune di Giugliano potrebbe avere le risorse per investire ma non ne possiede gli strumenti. Le azioni di promozione, le uniche davvero utili a rilanciare il settore, devono infatti rispettare rigide regole europee in materia di libera circolazione delle merci e concorrenza”.
”Il sindaco puo’ certamente migliorare gli uffici del mercato ortofrutticolo e renderlo piu’ agibile, vedremo se lo fara’, ma non credo potrebbe intervenire sul potenziamento dei flussi commerciali dei prodotti agricoli. E’ all’inizio della consiliatura e farebbe bene a parlar chiaro ai cittadini. Senza illudere nessuno. Le chiacchiere spesso diventano veri e propri boomerang. Il Pd di Giugliano, che fara’ opposizione in consiglio comunale, si opporra’ a qualsiasi genere di propaganda specie se a danno degli agricoltori”, conclude l’on. Palma.(ANSA).