Aumenti Tares: le proposte della Cgil

Aumenti Tares: le proposte della Cgil

Il passaggio dalla TARSU alla TARES , con l’aggiunta delle addizionali governative, ha causato a Giugliano un aumento insostenibile della tariffa. A questo si è aggiunto l’ulteriore aumento, deciso dalla Provincia, del costo del conferimento a discarica. Le famiglie stanno ricevendo in questi giorni le cartelle di pagamento. La TARES è una imposta ormai superata , nel 2014 sarà sostituita dal nuovo sistema di tassazione locale deciso dal Parlamento. Perciò si poteva evitare, come fatto in altri Comuni, di adottarla. Ma proprio perché dal prossimo anno non esisterà più la CGIL propone :

– attivare un concordato per tutti coloro che finora non hanno mai ricevuto la cartella ,e quindi non hanno pagato l’imposta , che consenta di mettersi in regola senza aggravi di sorta e con ragionevoli formule di rateazione .

Il recupero di queste entrate può consentire l’abbassamento del costo da spalmare sulla platea dei contribuenti.

– Attivare da subito il recupero delle compensazioni ambientali dovute a Giugliano , per consentire un ulteriore sgravio.

– Aumentare le dilazioni dei pagamenti per coloro che non possono pagare .

– Far partire realmente il servizio della raccolta differenziata che , oltre a far diminuire il costo totale del servizio dei rifiuti, consente anche l’introito di risorse.

Nel pieno della più grave  crisi economica italiana,che ha tagliato il lavoro e i proventi di tante famiglie, dopo le mortificazioni e i danni subiti in questi anni in questo territorio, con un servizio rifiuti che ancora non funziona, è necessario avviare tutte le misure possibili per contenere al massimo i livelli di tariffazione  e consentire alle persone di non diventare evasore.

La CGIL ha chiesto un incontro urgente alla Commissione Straordinaria del Comune.

CGIL AREA GIUGLIANESE

3 DICEMBRE 2013