Proroga negata per l’approvazione del bilancio, Poziello con il fiato sul collo

Proroga negata per l’approvazione del bilancio, Poziello con il fiato sul collo

Proroga negata: il Comune di Giugliano, come tutti gli altri, dovrà approvare il bilancio entro il 30 luglio. Lo ha deciso la conferenza stato-città che così impone alle amministrazioni di accelerare il passo. Poziello però ha inviato alla presidenza del Consiglio una richiesta di rinvio a settembre. Ma al momento preventivi e consuntivi dovranno essere pronti per il penultimo giorno del mese.

La negata proroga per l’approvazione del bilancio significa che superato il termine ultimo scatterà una diffida per il Comune che entro il 20 agosto avrà l’obbligo di approvarlo. In soldoni, dato che molto probabilmente Poziello non riuscirà ad approvarlo entro il 30, dovrà dunque convocare un consiglio comunale ad hoc nel bel mezzo di agosto.

Lunedì ci sarà la proclamazione degli eletti. Ma il “grande giorno” sarà probabilmente il 29 luglio: giorno in cui si terrà il primo consiglio comunale e sarà finalmente svelata la giunta. Giunta su cui sono calati i riflettori ma che nei prossimi giorni visto l’avvicinarsi della nomina si tornerà a parlare. Il primo cittadino ha sempre dichiarato di avere già pronta la rosa di nomi che sono metà tecnici metà politici. In ogni caso, nel corso della prima assise, oltre alle consuetudini quali l’elezione del presidente del consiglio, sarà portata in consiglio l’approvazione delle tariffe delle varie imposte.