Politica 2.0: l’opposizione tagga, il sindaco risponde

Politica 2.0: l’opposizione tagga, il sindaco risponde

Il consigliere tagga e il sindaco risponde. Dall’aula consiliare, dagli uffici del Comune a Facebook: è la politica 2.0. E anche a Giugliano è, verrebbe da dire, finalmente approdata. Dalle richieste protocollate si passa così ai post con tag annessi.

E dato che ancora non si è insediato il consiglio comunale e qualche cambiamento negli scranni potrebbe ancora esserci, sindaco e consiglieri si danno da fare a mezzo social. E’ accaduto prima con Poziello che quasi quotidianamente pubblica su Facebook una sorta di diario di bordo con gli aggiornamenti (nell’ultimo ha annunciato il summit con il commissario per i roghi Cafagna). Ma stavolta è l’opposizione che tira in ballo il primo cittadino per chiedergli informazioni. Il grillino Nicola Palma ha infatti taggato Poziello in un post chiedendo spiegazioni in merito alla nuova ztl e al cambio della segnaletica. Taggato e accontentato. La fascia tricolore ha infatti risposto al tag.

E così accade per i cittadini che chiedono spiegazioni, citano, taggano e commentano. Sicuramente tempi più rapidi e la possibilità di avere in tempo reale il polso della situazione.

Intanto la giunta è in stand-by mentre la proclamazione del consiglio comunale molto probabilmente ci sarà la prossima settimana. L’ufficio elettorale sta ultimando il controllo dei verbali riguardo le preferenze dei consiglieri. C’è attesa soprattutto per la lista del Partito Democratico e del Movimento 5 stelle dove lo scarto di voti tra i consiglieri eletti è minimo.