Giunta Poziello, in pole due esponenti del Partito Democratico

Giunta Poziello, in pole due esponenti del Partito Democratico

Giunta tecnica o politica. Scegliere assessori esterni o pescare dal consiglio. E soprattutto chi saranno le quote rosa. I rebus nella composizione della giunta Poziello sono diversi. Ma ci sono alcune novità. Due nomi, due esponenti del Partito democratico che potrebbero entrare in giunta. Si tratta di Giuliano Quaranta, ex segretario del circolo, e Vincenzo Mauriello ex tesoriere del partito. Il sindaco Poziello, subito dopo la vittoria, aveva infatti aperto al partito offrendo due posti in giunta. Il commissario Russo aveva però prontamente rifiutato l’invito.

Il primo cittadino vuole evidentemente comunque mantenere le porte aperte al suo partito. E visto che l’area che lo ha silurato non vuole ritrattare, Poziello inserirebbe con Quaranta e Mauriello comunque pezzi del Pd in giunta che lo hanno seguito sin dall’inizio. Pezzi del Pd “dissidente”, quell’area del partito che si è staccata dalla linea impartita dal segretario provinciale Carpentieri, dal commissario Russo e dalla deputata Palma.

Intanto restano ancora in pole Domenico Pianese come vicesindaco e Paride Caputi all’urbanistica. Con due ingressi dem siamo a quattro poltrone occupate: mancano ancora le quote rosa. Una di queste potrebbe essere Miriam Marino dei socialisti. A chiedere a gran voce un ingresso in giunta è il Nuovo Centro Destra dove in lizza ci sarebbe Giulio Di Napoli. Per i Verdi invece la poltrona è contesa da Cristofaro Tartarone e Carlo Carleo. Ma così com’è la giunta non va bene: ha bisogno di almeno un’altra donna. Dunque almeno uno di questi nomi dovrà cedere il posto a una quota rosa.

Intanto dovrebbe essere quasi certa la nomina del nuovo segretario comunale: quasi sicuramente sarà Maylin Flores, attualmente in carica al comune di Castellammare.