Poziello, prende quota l’ipotesi della giunta tecnica. Nuovo ingresso nel consiglio comunale. 5 stelle “costretti ad apparentarsi”

Poziello, prende quota l’ipotesi della giunta tecnica. Nuovo ingresso nel consiglio comunale. 5 stelle “costretti ad apparentarsi”

I tempi stringono e della giunta Poziello non si hanno ancora certezze. Il sindaco nei suoi primi giorni di amministrazione ha avuto già un bel da fare, tra emergenza cimitero, ztl al Corso Campano e incendio della Resit. E forse in tutto questo il tempo per gli assessori non l’ha avuto. Poziello ha comunque ancora tempo fino a che non termina il riconteggio di tutte le liste e si convoca il primo consiglio comunale. In ambienti a lui vicini sta prendendo piede l’ipotesi della giunta tecnica di quattro assessori, di cui due già sarebbero dentro: Domenico Pianese vicesindaco e Paride Caputi all’urbanistica. Resterebbero altri due posti, di cui uno per una donna che a questo punto non potrebbe più essere Miriam Marino ma dovrebbe pescare in ambienti esterni alla politica. La delega all’ambiente in ogni caso resterebbe nelle mani del sindaco. Su questo non dovrebbero esserci dubbi.

Intanto altro cambiamento nella composizione del consiglio comunale: nella lista Giugliano Libera dal riconteggio è ufficiale che è dentro Andrea Guarino e resta fuori dall’assise Marianna Conte. Questo significa che a sedere nel nuovo consiglio comunale, a meno di ulteriori cambiamenti dal riconteggio delle altre liste, le donne sono cinque.

Sempre per quanto riguarda l’assise consiliare c’è una novità dallo statuto approvato dai commissari: i gruppi consiliari devono essere di almeno tre componenti. Questo significa che il Movimento 5 stelle, dato che ha soli due rappresentati in consiglio, dovrà idealmente “apparentarsi” con qualche lista o partito per avere così un capogruppo. Presumibilmente potrebbero accodarsi al Pd. Le altre liste a sostegno di Guarino potrebbero fare squadra in un unico gruppo raccogliendo anche Fratelli d’Italia.