Licola, scoppia la polemica tra Poziello e i Cinque Stelle. Guarino: “Ambientalisti a gettoni”. Ma la dichiarazione shock è quella di Russo 

Non è neanche stato insediato il Consiglio comunale che è scoppiata la prima polemica tra Poziello e Nicola Palma. Il Sindaco ha annunciato mezzo social la pulizia di alcune zone del litorale nella frazione di Licola al grido “Giugliano è una sola” e puntuale il consigliere dei Cinque Stelle Palma ha etichettato l’operazione come mera propaganda in quanto già prevista nella gara d’appalto: “Se questo è governare ringraziamo Poziello perché la ditta che noi giuglianesi paghiamo per pulire la spiaggia sta pulendo la spiaggia”.

A difesa del primo cittadino il consigliere in pectore Giuseppe D’alterio che ha criticato Palma: “se facciamo rispettare il contratto non va bene, se non lo facciamo non va bene lo stesso. Non volete cambiare”. A fargli eco anche il consigliere Iovinella: “Forse a qualcuno da fastidio che ci prendiamo cura della città?”.

“E’ una bella iniziativa questa del sindaco ma lì si dovevano prima caratterizzare i rifiuti e poi bonificare” dice Luigi Guarino di Forza Italia. “Andare lì con la pala e fare pulizia significa diffondere tutti i materiali pericolosi nella sabbia. Io ho visto amianto, bidoni di catrame in quella spiaggia dove andranno a sedersi dei cittadini. Poi diciamo agli abitanti di Licola di fare la raccolta differenziata, ma se la pubblica amministrazione dà per prima il cattivo esempio”. Guarino tuona poi contro gli ambientalisti: “Mi dispiace vedere questi ambientalisti a gettoni, a fasi alterne che oggi plaudono a queste operazioni sbagliate”.

Nessun commento invece da Pd. L’unica uscita per ora è stata quella del commissario Russo che non ha usato mezzi termini: “A Giugliano con queste elezioni non si sono recisi i legami tra camorra, costruttori e pubblica amministrazione”