Palma e Russo ancora contro Poziello : “abbiamo fatto le scelte giuste, ha vinto l’astensionismo” ma mezzo Pd gli fa i complimenti

Non si fermano neanche dopo la vittoria di Poziello i comunicati al vetriolo del commissario del Pd Peppe Russo e della deputata Giovanna Palma.

Russo senza mezzi termini autocelebra le sue strategie:

”Il risultato di GIUGLIANO conferma che la scelta del Pd e’ stata giusta. L’alto astensionismo conferma quanto noi avevamo detto: ovvero che nessuna delle due proposte in campo – Poziello e Guarino – era ed e’ all’altezza”. Peppe Russo, commissario del circolo Pd di GIUGLIANO, all’indomani dell’elezione di Antonio Poziello, il ‘ribelle’ del Pd sceso in campo con un cartello di liste civiche, non ha dubbi. “L’astensionismo e’ il segnale di quanto la gente abbia creduto alle proposte che erano in campo”, aggiunge Russo evidenziando come il Pd – escluso dal ballottaggio- abbia deciso di non fare alcun apparentamento ne’ tantomeno appoggiare l’uno o l’altro candidato sindaco”. Poziello a marzo scorso ha vinto le primarie del partito ma poi il Pd gli ha imposto lo stop perche’ nel frattempo e’ stato rinviato a giudizio per una vicenda del 2008 quando era dirigente della Regione Campania. Il Pd ha quindi candidato a sindaco un primario ospedaliero in pensione, Franco Guardascione, che con una lista di giovani ha conquistato il 20 per cento dei consensi ma non e’ andato al ballottaggio che ha visto confrontarsi invece Poziello con il candidato del centrodestra Luigi Guarino. “Non siamo il Pd di quelle 2800 tessere ma vogliamo essere quel Pd di quei giovani – ha detto ancora Russo – che hanno ottenuto il 31 maggio scorso un risultato lusinghiero”

Dello stesso tono la nota della deputata:

“Faccio gli auguri alla mia citta’ ma la maggioranza eletta non e’ altro che un accozzaglia di civiche messe insieme, senza alcuna novita’ rispetto al passato”. Giovanna Palma, giovane deputata del Pd, cosi’ commenta l’elezione a sindaco di Antonio Poziello, il ribelle del Pd sceso in campo anche senza il simbolo del partito che ha battuto al ballottaggio il candidato del centrodestra, Luigi Guarino. Poziello vincitore delle primarie del Pd perche’ nel frattempo e’ stato rinviato a giudizio per una vicenda legata ala sua attivita’ di dirigente regionale nel 2008. Palma si dice imbarazzata dall’appoggio dato a Poziello da alcuni esponenti del suo Partito. ”La linea del Ps e’ sempre stata chiara”, spiega affermando che non si poteva dare sostegno a chi non rappresentava la novita’ rispetto al passato. Giudizio a suo dire condiviso dalla gran parte degli elettori giuglianesi considerato l’alto astensionismo che si e’ registrato: l’affluenza alle urne e’ stata del 30 per cento circa e si tratta di uno dei dati piu’ bassi d’Italia. ”Insomma la nuova amministrazione del Comune di GIUGLIANO, terza citta’ della Campania – dice ancora Palma – e’ stata scelta da poco piu’ di 10mila persone”

Intanto però mezzo Pd fai complimenti a Poziello: oltre a Poulucci e Caputo anche il vice segretario provinciale Livio Falcone è convinto che a vincere a Giugliano sia stato il Pd e lo afferma chiaramente in un post su FB.