Amministrative, dopo Venezia Giugliano comune più grande d’Italia che va al voto

Amministrative, dopo Venezia Giugliano comune più grande d’Italia che va al voto

Domenica 31 maggio è l’election day. Si vota infatti per le elezioni amministrative e regionali. Nel comprensorio a nord di Napoli si vota, oltre che per il rinnovo del consiglio regionale, a Giugliano e Mugnano per l’elezione del sindaco e del consiglio comunale. Giugliano, dopo Venezia è il comune più grande che va al voto.

Si vota domenica 31 maggio dalle 7 alle 23. Per le amministrative la scheda è di colore azzurro. L’elettore potrà esprimere il proprio voto:

– per una delle liste tracciando un segno sul relativo contrassegno; il voto così espresso è valido sia per la lista votata sia per il candidato alla carica di sindaco ad essa collegato;

– per un candidato a sindaco, tracciando un segno sul rettangolo recante il relativo nominativo, e sul contrassegno della lista o di una delle liste collegate al candidato sindaco stesso;

– per un candidato a sindaco, tracciando un segno sul rettangolo recante il relativo nominativo, e per una lista non collegata tracciando un altro segno sul relativo contrassegno; il voto così espresso è attribuito sia al candidato alla carica di sindaco sia alla lista prescelta non collegata (c.d. “voto disgiunto”);

– per un candidato a sindaco tracciando un segno sul rettangolo recante il relativo nominativo, non segnando alcun contrassegno di lista; il voto così espresso è attribuito solo al candidato alla carica di sindaco;

– solo per candidati alla carica di consigliere comunale, scrivendone il nominativo (solo il cognome o, in caso di omonimia, il cognome e nome e, ove occorra, data e luogo di nascita) nelle righe stampate a fianco del contrassegno della lista di appartenenza dei candidati votati, anche senza segnare il contrassegno della lista stessa; in tal caso il voto è valido sia per i candidati consiglieri votati, sia per la lista cui essi appartengono, sia infine per il candidato alla carica di sindaco ad essa collegato, salvo che l’elettore non si sia avvalso della facoltà di esprimere un voto disgiunto.

Lo scrutinio dei voti inizierà dalle 14 di lunedì 1 giugno. Dunque per conoscere per conoscere il prossimo sindaco e chi saranno i consiglieri comunali si dovrà attendere lunedì pomeriggio. In caso di ballottaggio per l’elezione dei sindaci si voterà domenica 14 giugno dalle 7 alle 23.

Per votare è necessario esibire un documento di riconoscimento valido e la tessera elettorale. Per chi non dovesse averla gli uffici comunali saranno aperti sabato 30 dalle 9 alle 18 e domenica 31 per tutta la durata delle operazioni di voto quindi dalle 7 alle 23.