Scoperto il piromane di via Santa Caterina: il 55enne rischia il carcere. Questi i primi effetti della nuova legge

Scoperto il piromane di via Santa Caterina: il 55enne rischia il carcere. Questi i primi effetti della nuova legge

Sorpreso a bruciare rifiuti e arrestato. A scoprirlo gli agenti del commissariato di Giugliano. In manette un panettiere, 55enne, di Giugliano Ciro Saiz.

 

L’uomo è stato sorpreso mentre appiccava il fuoco a rifiuti in una discarica illegale sottoposta a sequestro da parte della polizia sulla fascia costiera flegrea. Il piromane è stato poi condotto in commissariato dove è stato interrogato. Il 55enne è stato incastrato anche grazie a un filmato girato dalle telecamere del servizio di videosorveglianza. Per la nuova legge, entrata in vigore, rischia fino a venti anni di carcere.

 

Non si sa se l’atto sia di sua spontanea volontà o se qualcuno gli ha commissionato l’incendio. Sta di fatto che l’uomo è stato sorpreso in flagranza di reato e che per questo pagherà il suo debito con la legge. I controlli in questi giorni si stanno intensificando. Con l’estate e con le giornate di sole infatti i roghi tossici si sono moltiplicati. Non ultimi quelli dell’altro giorno. Due enormi incendi a pochi metri di distanza hanno appestato l’aria.

 

La combustione di rifiuti a ridosso della circonvallazione e dei campi rom tra Qualiano e zona Asi.