Napoli-Cesena 3-2, il destino del campionato è ancora in mano ai jeansati

Napoli-Cesena 3-2, il destino del campionato è ancora in mano ai jeansati

Il Napoli soffre ma batte il Cesena 3-2 al San Paolo e continua la corsa ad una qualificazione in Champions League. I jeansati, trascinati da Dries Mertens hanno la meglio sul già retrocesso Cesena che gioca una grande partita, da pari a pari con il Napoli che però è nettamente più forte e raggiunge quota 101 gol stagionali segnati, cifre impressionante.

Mertens fa il fenomeno, oscura Defrel che all’esordio da prima punta segna una doppietta  e si candida come un grande prospetto di questo campionato, ma il belga è una furia ed oscura avversari e compagni. Il Napoli soffre un’iniziale stanchezza psicologica dovuta alla sconfitta col Dnipro e dopo 15′ va sotto, poi in 3′ sistema tutto, prima con Gabbiadini, su iniziativa del 14, poi è proprio l’ex PSV a portare in vantaggio il Napoli.

Al solito, la squadra di Benitez sparisce dopo il vantaggio e Defrel punisce le disattenzioni, portando i bianconeri al 2-2. Nella ripresa è però ancora Mertens a spaccare la gara con una carambola di dribbling che favorisce il folletto e regala 3 punti vitali agli azzurri. Il campionato è ancora nelle mani del Napoli.