La strage di Secondigliano ferma la politica: annullata la visita di Renzi

La strage di Secondigliano ferma la politica: annullata la visita di Renzi

Doveva essere un sabato ricco di appuntamenti politici ma i tragici fatti di Secondigliano hanno fermato tutto. Sospesi tutti gli appuntamenti politici. Anche quello più atteso: la visita di Matteo Renzi a Napoli.

Il premier doveva essere in città per l’inaugurazione della metropolitana di piazza Municipio, visita che probabilmente sarebbe stata accompagnata da non poche proteste annunciate dal movimento Block-Bce che già stavano per far saltare la visita del capo del Governo. Poi la tragedia ha sgomberato il campo facendo rompere gli indugi. De Magistris ha immediatamente proclamato il lutto cittadino fino al giorno dei funerali. Poi arriva la telefonata di Renzi al sindaco partenopeo. E così da palazzo Chigi fanno sapere che tutti gli appuntamenti del premier previsti a Napoli sono saltati. Appuntamenti di non poca rilevanza visto che De Magistris avrebbe sicuramente chiesto spiegazioni sulla vicenda commissariamento Bagnoli e qualche domanda sugli impresentabili non sarebbe mancata. Resta da vedere se la visita è solo rinviata di qualche giorno o si dovrà attendere dopo le regionali.

Intanto ieri il primo a interrompere tutte le attività politiche è stato Vincenzo De Luca che ha sospeso tutte le iniziative elettorali pubbliche a Napoli. Lo stesso hanno annunciato i 5 stelle che avevano in programma una conferenza stampa con Valeria Ciarambino. Stefano Caldoro, ha fatto sapere tramite i suoi collaboratori, che ha revocato tutti gli appuntamenti della mattinata.