Giugliano e l’invasione dei manifesti elettorali abusivi. Video

Giugliano e l’invasione dei manifesti elettorali abusivi. Video

Una vera e propria ondata di carta che, come ad ogni elezione, sta coprendo ogni spazio libero in città. E non importa che siano gli spazi previsti dal Comune o le pensiline della fermata del pullman o ancora le cabine dell’elettricità. E non c’è distinzione tra destra e sinistra. Tutto va bene pur di far vedere il proprio nome o la propria faccia agli elettori.

Il Comune ha provveduto a installare appositi spazi per le affissioni di propaganda elettorale. L’elenco è consultabile sul sito.

Prontamente si provvede a segnalare l’abusivo di turno con una locandina sperando faccia da deterrente ma evidentemente non tutti colgono il messaggio visto che nonostante gli spazi per la propaganda ci siano già da un po’ di giorni e gli abusivi pure. Probabilmente la colpa non è neppure di singoli candidati che potrebbero però invitare chi provvede all’affissione di operare nel rispetto delle regole dato che si candidano a governare la città.

Intanto proprio contro le affissioni abusive è nata una pagina Facebook. “Io non voto chi imbratta Giugliano” dove ogni giorno vengono pubblicate foto di manifesti abusivi. I gestori della pagina hanno così lanciato un appello: “Noi pensiamo che chi è disonesto sulle piccole cose, lo sarà anche sulle grandi. Chiediamo ai candidati di dimostrare di essere persone che operano nella legalità con i fatti e non solo a parole”.