Lo strano caso di via Marinone: Poziello pubblica le prove ma i 5 stelle lo smentiscono

Lo strano caso di via Marinone: Poziello pubblica le prove ma i 5 stelle lo smentiscono

Lo strano caso di via Marinone tiene ancora banco. Dopo il volantino nel quale si prometteva il rifacimento del manto stradale in cambio di voti e la denuncia fatta dai 5 stelle, Poziello pubblica una richiesta che il condominio avrebbe protocollato al Comune nella quale si legge che i residenti avrebbero provveduto alla pulizia e ripristino dell’area adiacente il parco.

Secondo i 5 stelle però il documento postato da Poziello non c’entra nulla con il fatto incriminato. Nel documento si legge che i lavori richiesti sono per il retro del condominio dunque non la strada. I condomini comunicano al Comune che sarà effettuata la sistemazione del terreno per rendere l’area più pulita e fruibile ai bambini del parco. Secondo Nicola Palma, portavoce del Movimento, infatti si tratterebbe di un’area giochi adiacente al condominio che non ha niente a che vedere con la strada che sabato degli operai stavano asfaltando dopo il misterioso volantino nel quale un candidato prometteva asfalto nuovo.

Poziello ha scritto poi di aver querelato diverse persone per le dichiarazioni diffamatorie.

I fatti sabato quando i Cinque Stelle denunciarono l’uscita di un volantino in cui un candidato delle liste del vincitore delle primarie prometteva lavori stradali fatti dallo stesso Poziello. La vicenda che ieri sembrava chiusa oggi forse non è così. Adesso spetterà dunque alla magistratura accertare eventuali responsabili