Buche in cambio di voti. Spunta la prova che i lavori erano del condominio. Poziello: “Ho querelato, basta con il fango su di me”

 Antonio Poziello spamma su Facebook un documento in cui si chiarisce che il condominio di via Marinone aveva comunicato al Comune la sua volontà di fare dei lavori nel parco utilizzando bobcats ed altri macchinari. È questa l’ultima novità nella la vicenda dei voti in cambio di asfalto. I fatti sabato quando i Cinque Stelle denunciarono l’uscita di un volantino in cui un candidato delle liste del vincitore delle primarie prometteva lavori stradali fatti dallo stesso Poziello. Volantino bollato come una bufala ed al quale il candidato ha risposto con querele. Oggi con questo atto del parco la vicenda pare, per ora, definitivamente chiusa in suo favore. Saranno a questo punto le indagini a chiarire ogni responsabilità ed eventuali atti diffamatori.