San Paolo- A rischio la licenza UEFA, venduti però 50mila biglietti per il Dnipro

San Paolo- A rischio la licenza UEFA, venduti però 50mila biglietti per il Dnipro

Ogni anno la stessa storia. Arrivati a Maggio i tifosi del Napoli non sanno più se il prossimo anno gli azzurri giocheranno al San Paolo o in un altro stadio, il più accreditato è sempre il Renzo Barbera di Palermo.

Il Napoli non ha la licenza UEFA ed è stato costretto nuovamente a presentare lo stadio del capoluogo siciliano come meta per disputare le prossime gare in campo europeo nel caso in cui l’impianto di Fuorigrotta non riesca ad ottenerla questa licenza entro i limiti prestabiliti. Quest’anno le cose potrebbero essere però più complicate delle passate stagioni perché i lavori sono ulteriormente slittati visto che dovranno passare 90 giorni dopo la presentazione del progetto al comune che verrà proposta il 31 maggio a detta dei dirigenti partenopei. Questo sta a significare che i sedioli del San Paolo resteranno quelli di oggi anche per i concerti di Vasco Rossi e Jovanotti in programma a Luglio.

Nel frattempo, per la prima volta in stagione potrebbe essere sforato in Europa League il muro delle 50.000 presenze a Fuorigrotta. Già sold out le Curve superiori e i Distinti superiori, ma anche la tribuna Nisida sarà piena. Tra l’altro, la squadra di Benitez è imbattuta in casa in campo internazionale: 9 vittorie, 3 pareggi. L’ultima sconfitta risale al febbraio del 2013: in panchina sedeva Walter Mazzarri e il Napoli perse 3-0 contro il Viktoria Pilzen.