Frondisti in Forza Italia non vogliono Guarino. Pd, c’è attesa per il nome del candidato

Frondisti in Forza Italia non vogliono Guarino. Pd, c’è attesa per il nome del candidato

Adesso è tutto nelle mani di Lorenzo Guerini. Sì perché il commissario del Pd Peppe Russo oggi incontra il vicesegretario del partito democratico per decidere chi sarà il candidato sindaco del Pd di Giugliano. Nell’ultima riunione tenutasi ieri sera Russo ha ascoltato le richieste del circolo sul profilo del candidato.

PD – Dopo il ritiro di Emanuele D’alterio, i nomi circolati sono quelli degli ex sindaci Francesco Taglialatela, Giacomo Gerlini e quello di Tecla Magliacano. Ma Russo non si è sbilanciato. La fumata bianca arriverà molto probabilmente in giornata. Antonio Poziello, sfilatosi da ogni ragionamento del partito, appare ormai certo che correrà solo con delle civiche. Per qualche ora sul tavolo c’è stato anche il nome di Antonio Iodice, ex europarlamentare, profilo che poteva essere quello giusto anche per Poziello ma il vincitore delle primarie ha disertato l’incontro. “Prima dei nomi bisognerebbe ragionare dei programmi e delle idee – ha dichiarato Iodice – Certo è che il Pd aveva fino a qualche giorno fa dinanzi a se un autostrada per poter arrivare alla vittoria, ora rischia di dover fare lo stesso percorso su viottolo accidentato di campagna”.

FORZA ITALIA – Intanto le acque non sono calme neppure nel centrodestra. Una fronda di Forza Italia, presente alla riunione decisiva, non è d’accordo sulla candidatura di Luigi Guarino come non lo è neppure Fratelli d’Italia. Così nelle ultime ore pare sia stato contattato nuovamente l’ex vicesindaco Antonio Panico per verificare la sua disponibilità ma Panico già qualche settimana fa si era tirato fuori. Adesso l’ipotesi è che il partito di Giorgia Meloni presenti un suo candidato, sul tavolo ci sarebbero Enzo Basile ed Emanuele Bifaro, su cui potrebbero convergere anche degli ex consiglieri comunali di maggioranza, oggi frondisti di Forza Italia.