Omicidio a Casavatore, ritorna l’incubo della faida di camorra: allarme nell’area a nord di Napoli. VIDEO

Omicidio a Casavatore, ritorna l’incubo della faida di camorra: allarme nell’area a nord di Napoli. VIDEO

Ancora una sparatoria in pieno giorno nel napoletano, questa volta teatro dell’omicidio Casavatore, alle porte di Napoli, in via Galvani, nei pressi del “gran Caffè Vittoria”.

A finire sotto i colpi dei sicari Ciro Cortese, 37enne, del luogo. Ferito gravemente dai colpi d’arma da fuoco anche un altro personaggio, Aldo Pezone, trasportato d’urgenza all’ospedale San Giovanni Bosco. Sul luogo dell’incidente i carabinieri della Compagnia di Casoria che hanno avviato le indagini per ricostruire i fatti.

Secondo gli investigatori Cortese è ritenuto vicino al gruppo camorristico dei ‘Vanella-Grassi” attivo nel quartiere di Secondigliano.

Pezone, 42 anni, si trovava con Cortese quando è stato colpito alla schiena, forse nel tentativo di scappare. In strada ha poi chiesto di essere trasportato in ospedale dove si trova ricoverato in gravissime condizioni.

Sul luogo dell’agguato stanno hanno operato gli uomini del reparto investigazioni scientifiche per ricostruire l’esatta dinamica dell’omicidio.

Si riaprono le ostilità su un fronte mai chiuso, quello delle circa 500 piazze di spaccio di Scampia che la fazione dei “Girati” ha sottratto agli scissionisti, spinti verso l’aera a nord di Napoli dove hanno dato vita alla cosiddetta faida dei carbonizzati: e l’omicidio di via Galvani potrebbe essere il segnale di una nuova faida di camorra per la gestione degli stupefacenti.