Roma-Napoli, importanti passi avanti sul versante dell’ordine pubblico

Roma-Napoli, importanti passi avanti sul versante dell’ordine pubblico

Si avvicina Roma-Napoli, una sfida che fa scattare l’allarme dell’Ordine Pubblico  vista l’antica rivalità tra le due squadre e gli ultimi episodi di cronaca. Sabato però dovrebbe essere la volta buona per assistere ad una buona partita di solo calcio, sia perché i napoletani non andranno all’Olimpico, sia perché ci sono state importanti misure preventive delle forze dell’ordine, come controlli ai caselli stradali e alle stazioni del treno, con numerosi agenti in borghese, sia perché l’orario, ricordiamo che si giocherà alle 12:30, sembra congeniale all’ordine pubblico.

La paura non manca, visto che all’andata gli ultras napoletani avevano minacciato ritorsioni, e soprattutto i romanisti non si sono mai allontanati dalla figura di Daniele De Santis, cosa alquanto sconcertante vista la gravità del gesto dell’uomo, che va oltre la pura rivalità sportiva e sfocia nella becera criminalità.

Roma-Napoli torni ad essere il Derby del Sole, quello che premiava le uniche regine del Sud che combattevano lo strapotere del Nord con Juve, Milan, Inter, Torino. Una partita tra due città gemelle e due popoli gemelli, che insieme potrebbero fare tantissimo ma che spesso, troppo spesso, si perdono in inutili battibecchi.