Giugliano, colpisce la compagna e la figlia con bottiglia di vetro: in manette 36enne

Giugliano, colpisce la compagna e la figlia con bottiglia di vetro: in manette 36enne

I Carabinieri della Stazione di Varcaturo hanno tratto in arresto un 36enne del Ghana già noto alle forze dell’ordine, resosi responsabile di maltrattamenti in famiglia e lesioni personali ai danni della convivente e della figlia minorenne di quest’ultima. I militari dell’Arma sono intervenuti d’urgenza nel suo domicilio in via Licola Mare ove l’uomo, all’apice di una discussione nata per questioni economiche, aveva ferito la convivente, una casalinga 41enne nigeriana ferendola al volto con i cocci di bottiglie di vetro- e la figlia della donna, di soli 14 anni.

Le due vittime sono state portate all’Ospedale Santa Maria delle Grazie di Pozzuoli: alla donna sono stati diagnosticati ”trauma cranico da contusione e ferite multiple con ematomi al volto (i medici le hanno dovuto applicare svariati punti di sutura) mentre la piccola ha riportato ”contusioni ed escoriazioni multiple al corpo” guaribili in 3 giorni. Nel corso degli accertamenti conseguenti all’intervento per il grave atto di violenza, i militari hanno accertato che analoghi comportamenti, finora mai sfociati in epilogo così grave, andavano avanti da circa un anno e non erano mai stati denunciati per timore di ritorsioni. Dopo le formalità di rito l’arrestato è stato tradotto nella Casa Circondariale di Poggioreale.