Stop alla bonifica della Resit: Cantone ferma l’appalto. Sarebbe sospetto

Stop alla bonifica della Resit: Cantone ferma l’appalto. Sarebbe sospetto

Fermata la bonifica. Il presidente dell’autorità anticorruzione Raffaele Cantone mette uno stop all’appalto per la bonifica della Resit. La Sogesit, la stazione unica appaltante, dovrebbe adesso valutare l’adozione di un provvedimento in autotutela a fine di revocare l’aggiudicazione  all’Ati Treerre/Italrecuperi.  La decisione dell’Anc è stata assunta a seguito dell’attività ispettiva che la stessa Autorità tra il mese di dicembre e di gennaio scorsi aveva iniziato. Tra l’altro fu proprio il commissario alle bonifiche Mario De Biase a chiedere che ci fossero controlli.

 

La decisione dell’Autorità è stata resa nota nel corso del comitato interministeriale sulla terra dei fuochi che si è svolto ieri a Roma alla presenza dei ministri dell’Ambiente e dell’Agricoltura, nonché dei rappresentanti della Regione Campania.

 

Ora c’è solo da attendere e lo stesso De Biase sta cercando di capire come procedere: “A me interessa la bonifica e che si trovi la soluzione più rapida possibile. Spero inoltre che si accelerino i tempi. Credo che l’appalto dovrebbe adesso andare alla seconda classificata, e che la Sogesid debba operare quanto prima e riparare a quanto accaduto. Per adesso resta tutto fermo”.