Napoli – Dinamo Mosca: denunciati e arrestati gli ultras responsabili dei tafferugli. La Curva A aperta solo agli abbonati

Napoli – Dinamo Mosca: denunciati e arrestati gli ultras responsabili dei tafferugli. La Curva A aperta solo agli abbonati

Napoli Dinamo Mosca arrivano le identificazioni e le denunce a seguito dei tafferugli verificatisi prima della partita. I momenti di tensione in piazzale Tecchio, nell’area adiacente all’impianto, quando un gruppo di ultras napoletani ha tentato di aggredire alcuni tifosi russi nei pressi della stazione Campi Flegrei della metropolitana. Nella circostanza, è rimasto contuso un 32enne russo, A.A., refertato per trauma facciale, con escoriazione al labbro superiore, guaribili in 8 giorni s.c.

Poco dopo, alcuni poliziotti, attestati nei pressi della stazione “Mostra” della ferrovia Cumana, a protezione del passaggio dei tifosi ospiti, sono stati oggetto di lancio di pietre, bottiglie e petardi. In tale contesto, un gruppo di ultras, con un’azione organizzata, ha danneggiato un’autovettura con colori “Polizia” parcheggiata nei pressi del Commissariato San Paolo.

A seguito di tale azione sono state effettuate  alcune cariche di alleggerimento, disperdendo i tifosi e riuscendo a bloccarne tre, A.B., di 30 anni, G.R., 30 anni e A.S., 25 anni, i quali sono stati denunciati per aver commesso atti di violenza in occasioni di manifestazioni sportive.

La Polizia di Stato ha inoltre operato l’arresto in differita di Carlo MISURACA, 32enne con precedenti specifici, per violenza aggravata a P.U., possesso di oggetti atti ad offendere e danneggiamento, riconosciuto grazie alle telecamere di sorveglianza.

Sono in corso ulteriori indagini tese ad identificare eventuali altri responsabili dei disordini, tutti appartenenti ai gruppi ultras della “curva A”.