Campania, uccidono una prostituta a coltellate: condannati due giovani

Campania, uccidono una prostituta a coltellate: condannati due giovani

Sono stati condannati i due giovani di Pagani, nel salernitano, accusati dell’omicidio volontario di Grazia Coppola, una prostituta di 44 anni. Si tratta di Gennaro Avitabile, 24 anni, e di Luigi Femiano, 19 anni. Quest’ultimo, considerato l’esecutore materiale del delitto, è stato condannato a 16 anni di carcere, mentre il complice a 14.

I fatti risalgono alla notte tra il 2 e il 3 maggio scorso. I due giovani, noti alle prostitute della zona, si avvicinarono alla donna e le proposero un rapporto sessuale gratis. Al rifiuto della donna si allontanarono, per poi tornare ad importunarla poco dopo. La donna si rifiutò di nuovo di concedersi senza pagamento, facendo probabilmente anche qualche battuta. A quel punto partì la coltellata fatale al basso ventre.

I due giovani si diedero alla fuga e la 44enne morì dissanguata. A nulla servirono i soccorsi. L’arma del delitto fu ritrovata in un giardino nei pressi del convento di Sant’Anna a Pagani. Inizialmente le indagini si concentrarono sugli ambienti frequentati dalla donna. Poi le indagini ebbero una svolta, grazie a delle intercettazioni tra trans e prostitute della zona, nelle quali si parlava dei due ragazzi, del loro atteggiamento violento e della loro aggressività. Gli inquirenti riuscirono quindi ad identificarli, ed ora sono anche arrivate le condanne.